Possibile.

Passa pure ogni notte

a cercare la stella buona,

quella che splendeva

nel buio in cui sei nata.

Ripensando a quelle lacrime

versane pure altre mille

e se gridare non t’è concesso

soffoca l’anima nel cuscino.

Se un taglio a quel cordone

volle dire libertà,

ricorda pure che da grande

ogni passo che farai

non vale meno d’una catena

d’amori e di carezze

che vestono il tuo corpo.

Pensa pure a quante volte

le ginocchia han sanguinato

prima d’imparare a correre lontano.

E adesso piangi pure

ogni volta che cadrai

ma rialzati pensando

che sa vivere soltanto

chi bacia con piacere

l’errore e la vergogna

e s’aggrappa con sudore

a quel soffio d’equilibrio

che è la possibilità.

 

 

 

 

 

Annunci