Al contrario

Baciami pure con violenza, succhiami tutte le parole sepolte e con loro quest’anima fiacca, appesa un chiodo fisso, che non è un modo di dire, ma è la croce poco nota di una storia, in cui io non salvo te, né ti libero dal male, – ricordi della mela e del serpente? – ma sei […]

*

Volevi qualcuno che ti leccasse le ferite… Le ferite, sì, cosa credevi? Non sono mica volgare Io. Volgare è l’amore, che ti fa credere che sarà a ogni costo, sempre e per sempre. E invece poi ti vuole solo… banalmente… fottere.

Come la pioggia.

Come la pioggia di Londra ti accarezza e non ti bagna, io ti sfioro i capelli e non ti spettino i pensieri. Lontana ti guardo e ti proteggo come la luna amica degli amanti nudi in mezzo ai boschi, nemica dei fedeli che contano i minuti. Tornerà si dicono nelle notti dove il sonno si […]

Niente da dire

Non ho più niente da dire a mia discolpa, accetto la fine come un inizio. Troverò un modo di vivere oltre le nostre parole, di cantare un’altra canzone che non sia la nostra. Fingerò che non siamo stati, come se io non fossi io e tu non fossi tu, come non ci fossimo mai feriti […]

Musei.

Ho fatto l’ultimo esame, quello sui musei, dove le cose infiocchettate stanno a farsi guardare, mai possedere. Come donna a gambe chiuse, o uomo senza palle, ma attenzione al passato alla memoria il presente. Non che non servano i musei, saremmo tutti da museo: stronzi, puttane, perbene e per niente, cretini, scienziati, decenti e discenti. […]

Se ti va.

Non è mai quello che volevi dire e il tuo sorriso l’hai lasciato su una panchina desolata. Non è perfetto il tuo cammino fra le spine della mente, quando pensi d’aver scelto e ti punge il tuo destino. Hai corso, camminato, non so se forse hai riposato ma adesso che sei qui piangi pure le […]

*

Sapevi di quel mare che io non so, quel mare che a un tratto è cielo e onde ma sempre è ventre della terra. Ho attraversato il grembo buio, sconfitto ogni ingenua cecità, ho nuotato, annaspato e bevuto approdando, annegando e godendo, ma se piacere è perdersi io non voglio trovarti, se amare è salvarsi […]

Mai

Ho un nodo qui, sì, proprio qui, fra le mie labbra, scioglilo tu, non so se ce la farò. Toglimi le scarpe, balla con me, toglimi i vestiti mangiami addosso, baciami i capelli intrecciali ai tuoi. Sarà presto domani, giusto un battito di luna, sarà mai morire fra soffi d’infinito.

Lontano

Mischi il vento alle parole e gli occhi piangono il mare in cui ti bagni. È una clessidra questa sabbia, ma dimmi quanto manca alla fine della festa? Quanto manca alla fine della storia? Ti ascoltavo nel mare che si muove, e nella roccia che fa ombra nascondevo ogni paura. I tramonti raccontavano le storie […]

Ceneri.

Su un mucchietto di cenere mi sono abbandonata, su quello che resta di sogni e memorie. E vorrei ora la forza per riscrivere storie e inventare persone più giuste di ieri più belle di oggi. Come polvere a polvere sommeremo i domani, moriremo pensando che l’opera è ancora tutta da fare.