Nulla da perdere.

Non ho bisogno di sonno
ma di un sogno che mi tenga sveglia
ché se dormi non lo vivi
ché se lo dici non si avvera.
Vieni più vicino, parlami, mantieni viva
come il deserto la sete
come il piacere la carne
come la notte i poeti.
Stenditi qua, toccami, coglimi l’anima
conteremo le stelle
promettendo di raggiungerle
appena dopo il mare d’illusione.
Oppure dormiremo,
come non avessimo nulla da perdere.

2 pensieri su “Nulla da perdere.

  1. Il desiderio di vivere il sogno finalmente reale è l’arsura che preme in un corpo in movimento.
    E’ forza suadente, impellente, vigore e nella anafora, piena consapevolezza.
    Il campo semantico è tra il sogno, la veglia, il desiderio di una identità che nelle allitterazioni attua una fusione tra dolcezza e struggimento, tra realtà e illusione e le similitudini colorano i sensi, desti, vivi ad un definito onirico. Piace!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...