A te.

Mi piacerebbe tu fossi

l’ossimoro d’un sogno vero,

la metafora degli occhi blu mare,

la sinestesia d’un silenzio toccante,

così da sembrare poesia di te stesso

e io non dovrei più scriver parole.

Eppure mi piace quando ti sento

dentro le foglie del mio tabacco,

ti respiro mentre ti scrivo

e poi vieni fuori nel verso perfetto.

Quello che dice d’amore e di morte

e ne fa un solo grande malanno

che mette ogni cuore in stato di fermo

e lo consegna ai cancelli d’eterno.

 

Annunci

Pubblicato da

Chiara

Chiara, 28 anni, amante di libri, viaggi e scrittura. Laureata in lettere, provo a tradurre in parole la meraviglia d'ogni nuova scoperta.

6 pensieri su “A te.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...